Giorgia Meloni, account Instagram bucato: cosa è successo?

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Telegram

L’account Instagram di Giorgia Meloni (instagram.com/giorgiameloni) è stato bucato, mentre la diretta interessata si trovava in volo per rientrare in Italia dall’Egitto. Nel momento in cui scriviamo questo articolo, la situazione è tornata alla normalità, grazie all’intervento dei tecnici di Palazzo Chigi. Cosa è successo?

Violazione per l’account Instagram di Giorgia Meloni

I suoi follower hanno visto comparire una storia pubblicata dal profilo personale della premier, contenente il messaggio Thanks ELON FREE BTC! e un’immagine fake attribuita Elon MuskSto iniziando a distribuire oltre 5.000 BTC ed ETH, unisciti a noi. Si tratta del più classico dei tentativi di raggiro a tema criptovalute, in cui i meno attenti potrebbero cascare, proprio nei giorni in cui Bitcoin sta facendo registrare una crescita importante.

Nel post fasullo di Musk c’è anche il link verso un sito. Fa riferimento a un progetto (inesistente) di SpaceX che distribuisce asset digitali come BTC, ETH, DOGE e USDT. Ovviamente, prima di riceverli è necessario inviare una somma. La dinamica è la stessa già analizzata molte volte, ma a quanto pare ancora efficace per truffare chi si fa ingolosire dalla prospettiva di un guadagno facile e immediato.

Palazzo Chigi ha confermato la violazione e la risoluzione del problema. Sono inoltre state avviate indagini da parte della Polizia Postale, con l’obiettivo di risalire ai responsabili.

Giorgia Meloni è finita nei mesi scorsi anche nel mirino del gruppo NoName, un collettivo filorusso attivo da un paio di anni. Attraverso un attacco DDoS, il suo sito personale (non quello istituzionale) è stato reso inaccessibile per alcune ore. Era già accaduto anche alcuni mesi prima. L’azione è stata rivendicata dai responsabili e giustificata con la volontà di colpire la premier per il suo sostegno a Zelensky e alla causa ucraina.

Visited 13 times, 1 visit(s) today

Continua a leggere

assistente IA per lo shopping

Giusto in tempo per il Prime Day, Amazon ha annunciato la disponibilità generale di Rufus (solo negli Stati Uniti). L’assistente, annunciato nel

Scorri verso l'alto