VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

DAZN da metà novembre passerà a 1080p su TV e set-top-box. Connessione permettendo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Uno degli aspetti a cui DAZN avrebbe dovuto mettere mano la qualità di immagine. E proprio a questo riguardo è appena trapelata una notizia che interesserà molto qualche milione di abbonati a DAZN: secondo indiscrezioni assolutamente affidabili da noi raccolte in esclusiva e riscontrate, ci sarà presto l’atteso miglioramento qualitativo delle immagini diffuse dall’emittente con l’aumento della risoluzione di messa in onda.

DAZN si appresta, infatti, a passare alla “fase 2” che prevede l’aggiunta del profilo di streaming in risoluzione Full HD, che andrà ad affiancarsi agli altri disponibili. Fino ad ora la miglior qualità diffusa da DAZN era infatti un 720p da 6,6 mbit/sec, risoluzione che segnava un passo indietro rispetto alla diffusione della Serie A via satellite disponibile fino alla scorsa stagione.

Il nuovo flusso scenderà in campo probabilmente il 20 novembre, al più tardi il 26

Se non emergeranno problemi di ordine tecnico, il miglioramento interverrà nella seconda metà di novembre (probabilmente dalla giornata di Serie A del 20-22 novembre, subito dopo la pausa); ma non si esclude che tutto possa slittare alla giornata successiva, quella del 26-28 novembre. Lo stream Full HD sarà un pieno 1080p, quindi migliore sulla carta del 1080i diffuso da Skyil bitrate dovrebbe attestarsi intorno agli 8 mbit/sec e il flusso 1080p verrà visualizzato dagli utenti TV o set-top-box dotati di un connessione sufficientemente veloce; mentre chi dispone di una connessione che non garantisce gli 8 mbit/s costanti (quindi con velocità di picco di almeno il doppio) o gli utenti connessi su device mobili, si fermeranno al profilo a 720p.

La codifica resterà MPEG4 (il player usato da DAZN non sopporta HEVC su tutte le piattaforme) e gli 8 mbit/sec dovrebbero essere sufficienti per una buona qualità, a patto che l’encoding sia fatto a regola d’arte: non sono poi così lontani dai 10 mibit/sec impiegati da Prime Video per diffondere sempre a 1080p le partite di Champions.

DAZN ha informato Lega e AGCOM del passaggio

DAZN ha presentato questa iniziativa tesa al miglioramento della qualità video in queste ore all’assemblea di Lega Calcio e all’AGCOM. Secondo le notizie da noi raccolte, la società stima che l’attivazione del nuovo profilo a 1080p possa comportare solo un moderato aumento del traffico, stimato tra il 5 e l’8%, in considerazione del fatto che solo una parte dell’utenza risponderà alle condizioni tecniche per ricevere lo stream qualitativamente migliore.

La mossa di DAZN, che nell’ultima giornata, oltre agli inevitabili rallentamenti a macchia di leopardo, è incappata quasi solo in una grafica con un grande “X” caricata per errore durante la partita dell’Inter, è tesa a diradare le nubi minacciose che si erano addensate su di lei dopo le prime giornate di campionato. Le criticità della rete italiana e dello streaming in diretta della Serie A restano tutte sul tavolo; ma certamente un miglioramento della qualità e il passaggio a trasmissioni 1080p è un passo molto importante: il benchmark con Prime Video finirebbe per essere meno imbarazzante.

More to explorer

lo smartphone ti ascolta

Lo smartphone ti ascolta: spegni il microfono

Il Garante per la protezione dei dati personali aveva avviato un’istruttoria per verificare se le app forniscono una chiara informativa sull’uso dei dati raccolti

Scroll to Top