VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

NVIDIA, dopo RTX 2060 e GTX 1050 Ti torna in commercio un’altra scheda del passato

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Stando ad alcuni rumor provenienti dal territorio cinese, NVIDIA starebbe rifornendo diversi suoi partner con chip appartenenti alla generazione Turing per portare sul mercato nuove schede grafiche GeForce GTX 1650. Il rapporto menziona specificamente la Cina continentale, quindi non sappiamo se la compagnia californiana stia effettuando l’operazione su scala globale.

Come probabilmente già saprete, NVIDIA, per tamponare in qualche modo l’attuale carenza di prodotti basati sull’architettura Ampere, ha già riportato in auge le GeForce RTX 2060 e GTX 1050 Ti come soluzione temporanea, quindi non ci sorprende di certo venire a conoscenza che anche la GeForce GTX 1650 riceverà lo stesso trattamento. Secondo il rapporto, NVIDIA si stava concentrando maggiormente sulle sue schede grafiche mobile all’inizio dell’anno e, di conseguenza, si è verificata una mancanza di forniture di GPU TU117 per la GeForce GTX 1650 desktop. Tuttavia, stando a quanto riferito, il produttore di chip aumenterà l’offerta ad aprile e maggio.

La GeForce GTX 1650 non offre prestazioni esaltanti, ma possiede abbastanza potenza per fornire agli utenti una buona esperienza di gioco a 1080p. Ancora più importante, la GeForce GTX 1650 non è molto ambita dai miner di criptovalute, il che significa che i giocatori potranno beneficiare di una minore concorrenza. Secondo Minerstat, la GeForce GTX 1650 è in grado di raggiungere appena 13,2MH/s in Ethereum e, per fare un confronto, anche la CMP 30HX, proposta entry level di NVIDIA per il mining, arriva a 26MH/s.

La GeForce GTX 1650 è stata lanciata due anni fa al prezzo di 149 dollari, ma attualmente le GeForce GTX 1650 custom vengono vendute tra 400 e 900 dollari a causa della situazione attuale. Staremo a vedere se la nuova disponibilità di prodotti analoghi riuscirà a far diminuire il prezzo medio delle GeForce RTX 1650 al grande pubblico.

More to explorer

Scroll to Top