VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Dazn pigliatutto: acquisiti i diritti tv della serie b per i prossimi tre anni

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La Lega Serie B ha annunciato che il campionato di calcio cadetto per i prossimi tre anni continuerà ad essere trasmesso anche su DAZN, oltre che su Sky ed Helbiz.

DAZN anche nel passato triennio aveva trasmesso le partite della Serie B, ed ha presentato offerta entro il 15 Giugno, come stabilito dai termini del bando. La partecipazione è relativa al pacchetto rivolto alle piattaforme internet/mobile e porta il totale dei diritti tv della Serie B a 48,5 milioni di Euro, il doppio rispetto ai precedenti tre anni. Tale cifra, osserva la Lega Nazionale Professionisti Serie B, potrebbe aumentare ulteriormente con i pacchetti riservati ai diritti in chiaro.

Soddisfatta per l’operazione la Chief Consumer & Innovation Officer di DAZN, Veronica Diquattro: “siamo felici che la Serie BKT sia su DAZN anche per i prossimi tre anni, proseguendo e consolidando un percorso iniziato il ciclo scorso con grande successo e soddisfazione per entrambe le parti. Già tre anni fa la Serie BKT ha scelto DAZN sposando un progetto innovativo e moderno che ha visto la visione in streaming protagonista assoluta dei nuovi trend di consumo e di fruizione dei contenuti sportivi” ha affermato. “Siamo orgogliosi e molto soddisfatti di quanto realizzato in questo periodo e siamo ora impegnati a far ulteriormente crescere la Serie BKT portandola al livello successivo e contribuendo ad ampliarne ulteriormente la visibilità con l’obiettivo sempre attuale di raggiungere il maggior numero di tifosi possibile“.

Secondo le ultime indiscrezioni, DAZN starebbe guardando anche all’Europa League per completare la nuova offerta sportiva.

More to explorer

RansomEXX e LockBit 2.0

Regione Lazio: attacco con RansomEXX e LockBit 2.0

Le informazioni sull’attacco subito dalla Regione Lazio sono piuttosto confusionarie. L’unica certezza è che i sistemi informatici sono stati bloccati da un ransomware. In base alle

Scroll to Top