VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Il Digital Green Pass entra in vigore dall’1 Luglio

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

È ufficiale: il Digital Green Pass entrerà in vigore a partire dal prossimo 1 Luglio. Proprio ieri, infatti, il Primo Ministro portoghese Antonio Costa, il Presidente del Parlamento UE David Sassoli e la Presidente della Commissione UE Ursula Von der Leyen hanno siglato il regolamento che ha istituito ufficialmente il certificato digitale Covid Ue. Una mossa pensata per facilitare gli spostamenti all’interno del Continente, e supportare così la ripresa economica.

È il simbolo di un’Europa aperta e digitale“, così ha commentato la Von der Leyen. Stando alla Presidente, il certificato sarebbe ora la perfetta rappresentazione di “un’Europa aperta, un’Europa senza barriere, ma anche un’Europa che si sta lentamente ma inesorabilmente aprendo dopo la pandemia“. Dal mese di Luglio, quindi, entrerà ufficialmente in vigore. Anche se in Italia qualcuno sta già premendo per anticipare la data.

Digital Green Pass: come funziona

Come anticipato, il Digital Green Pass entrerà ufficialmente in vigore dal prossimo 1 Luglio, permettendo così ai Paesi Europei di rimettere in moto viaggi e spostamenti. Il certificato consisterà in un QR Code presente nelle App nazionali, rilasciato dai Paesi di provenienza sulla base di criteri diversi tra loro. Per ottenere il Green Pass, infatti, ci sono tre possibilità: avere un certificato di vaccinazione, avere un certificato di guarigione da Covid-19 e avere un tampone con esito negativo.

Chiaramente le tre condizioni comportano una diversa durata del Digital Green Pass. La guarigione, ad esempio, dà diritto a sei mesi di certificato. La vaccinazione, invece, consente di avere nove mesi di Pass a partire dal quattordicesimo giorno dopo la seconda dose. Quanto al tampone, è importante che il risultato sia di almeno 48 ore antecedenti al certificato affinchè questo sia valido. Insomma, a seconda della vostra condizione avrete accesso ad un diverso Green Pass. Preparatevi a tornare a viaggiare, a questo punto.

More to explorer

lo smartphone ti ascolta

Lo smartphone ti ascolta: spegni il microfono

Il Garante per la protezione dei dati personali aveva avviato un’istruttoria per verificare se le app forniscono una chiara informativa sull’uso dei dati raccolti

Scroll to Top