VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Criptovalute, ecco il rimbalzino: e ora?

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Telegram

Di fronte alla caduta delle crypto degli ultimi giorni, basta anche solo un piccolo segnale per riaccendere la speranze. Chi cercava luce in fondo al tunnel e un nuovo punto d’appoggio sul quale costruire il rimbalzo, insomma, è servito: le ultime ore hanno visto finalmente le criptovalute tornare in segno positivo, recuperando parte dell’ammanco dell’ultima settimana, pur rimanendo ancora in posizione estremamente fragile.

Chi stava attendendo un segnale per investire, vedrà nel +9% del Bitcoin e di Ethereum qualcosa di importante. Per tutti gli altri resterà un lecito e doveroso attendismo.

Cosa succede?

Quando le quotazioni crollano con tanta rapidità, gli investimenti si sgretolano lasciando spiazzati coloro i quali si son trovati nell’imbarazzo di dover scegliere se “HODL” o se scappare, scontando in molti casi sonore perdite. Ora che le quotazioni sono ad un livello ben più basso, però, si riapre la prospettiva dell’investimento poiché, partendo da un livello ben al di sotto della media recente, le opportunità potrebbero essere apparentemente dietro l’angolo.

Attenzione, però, a non cadere nel tranello di un ragionamento tanto semplicistico.

Il Bitcoin, ad esempio, è rimbalzato del 9% tornando soltanto a quota 30 mila dollari, dunque ad un livello ancora decisamente critico sulla soglia della solita resistenza al ribasso. Quello che nella finanza è inteso con l’immagine tetra del “rimbalzo del gatto morto”, insomma, è lo spettro di quanti si lasciano tentare da un ingresso a questi livelli pur sapendo che per il Bitcoin la prossima fermata potrebbe anche essere a quota 20 mila.

Il segnale odierno è che, dopo lunghi giorni di incredibile caduta, le criptovalute hanno rialzato la testa. Le motivazioni potrebbero essere molte, ma in modo particolare il ritorno di un interesse che resta ora tutto da misurare. Se la caduta si arresta, c’è da attendersi uno spostamento laterale fatto di grande nervosismo e accentuata volatilità, ma mantenendo il baricentro attorno alle resistenze attuali: nel male, per gli investitori sarebbe quantomeno segnale di una interruzione del precipizio. Se la situazione dovesse rimanere eccessivamente instabile, però, l’effetto contagio potrebbe farsi pesante e le ceneri di LUNA potrebbero ricordare a molti che non è il caso di rischiare troppo su mercati tanto fragili.

Il bivio era atteso ed è arrivato: in questa fase potrebbero aprirsi ottime possibilità di investimento così come pericolosi spazi di caduta dai quali in alcuni casi ci si potrebbe non più risollevare. Non a caso la dominanza di mercato del Bitcoin continua ad aumentare, come se fosse questa valuta (la più matura e nota, benché la più bersagliata in tema di sostenibilità) a poter meritare la maggior fiducia in prospettiva. Se non altro, infatti, è forte di una storia e di un passato, cosa che molte altcoin non possono annoverare nel proprio pedigree.

Continua a leggere

Scroll to Top