VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Amazon Piano Italia: 3.000 posti di lavoro nel 2021

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Amazon ha annunciato l’assunzione di altri 3.000 dipendenti a tempo indeterminato nel corso del 2021. Il Piano Italia dell’azienda statunitense prevede anche un investimento di oltre 350 milioni di euro per l’apertura di tre nuovi centri logistici in Emilia-Romagna, Lombardia e Piemonte.

Amazon assume e investe in Italia

Con l’assunzione di 3.000 persone il numero dei dipendenti di Amazon in Italia aumenterà da 9.500 a 12.500 entro fine anno. L’azienda sottolinea che la qualità dell’ambiente di lavoro e delle politiche di risorse umane hanno permesso di ottenere la certificazione Top Employer 2021.

Amazon è alla ricerca di personale per diverse posizioni, tra cui prelievo, imballaggio e spedizione delle merci, marketing e finance. Alcune attività non richiedono una qualifica formale, altre prevedono invece una vasta esperienza nei settori più avanzati della ricerca. Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon.it e Amazon.es., ha dichiarato:

I nuovi posti di lavoro che creeremo nel corso dell’anno sono un’opportunità sia per chi desidera cambiare lavoro e misurarsi con una nuova sfida, sia per quelle persone in cerca di occupazione, perché siamo aperti a tutti i tipi di talenti e di istruzione. Dai linguisti agli ingegneri, dalle opportunità di stage ai ruoli manageriali, Amazon garantisce a tutti un ambiente di lavoro sicuro, inclusivo, con opportunità di formazione e aggiornamento e programmi di crescita professionale.

Lo stipendio mensile base nella logistica è 1.550 euro lordi. Amazon offre opportunità di carriera e di aggiornamento professionale, inclusi programmi innovativi, come Career Choice che anticipa il 95% del costo delle rette e dei libri di testo per i corsi professionali scelti dai dipendenti (fino a 8.000 in 4 anni) e programmi di congedo parentale.

Entro l’autunno verranno aperti tre siti logistici: un centro di smistamento a Spilamberto (MO) e due centri di distribuzione a Novara e Cividate al Piano (BG). A questi si aggiungeranno 11 depositi di smistamento in Piemonte, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Umbria e Marche.

More to explorer

Scroll to Top