VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

WhatsApp: perché 80 milioni di utenti hanno abbandonato l’app

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Gli ultimi mesi hanno messo in mostra alcune applicazioni che prima magari qualcuno evitava. Tra queste ce ne sono alcune che stanno rendendo la vita difficile a WhatsApp, una su tutte Telegram. Si tratta di un’applicazione molto famosa dal punto di vista della messaggistica istantanea, la quale può fregiarsi anche di qualche funzionalità in più oltre che, a detta degli utenti, di una maggiore sicurezza.

Sono accadute cose davvero incredibili e di certo non dovute alla pandemia. Infatti diversi utenti di WhatsApp hanno scelto di guardarsi intorno e scappare via, addirittura abbandonando il proprio account. Questo è quanto accaduto durante i primi mesi del 2021, con alcuni strascichi che si stanno ripercuotendo anche in questi mesi. WhatsApp avrebbe perso infatti svariati milioni di utenti, i quali avrebbero deciso di scappare proprio verso Telegram. Quest’ultima avrebbe infatti acquisito 80 milioni di nuove adesioni, numeri strepitosi per una piattaforma in continua crescita. Ma perché le persone scappano da WhatsApp? 

WhatsApp: ecco le motivazioni per le quali le persone sono scappate via

Secondo quanto riportato la maggior parte degli utenti sarebbe scappata via durante l’inizio del 2021 per una sola ragione. WhatsApp avrebbe infatti introdotto il nuovo aggiornamento che avrebbe modificato alcuni aspetti della privacy. In tanti, senza sapere neanche cosa sarebbe successo, hanno deciso di scappare via passando dunque a Telegram.

L’altra ragione, forse quella più sensata, è quella che vede protagoniste le truffe. Queste purtroppo girano su WhatsApp da anni e mettono in difficoltà gli utenti anche se la colpa non è per nulla da attribuire all’applicazione. La maggior parte del pubblico dice che su Telegram di truffe ce ne siano ben poche, motivo per il quale hanno scelto di sposarla.

More to explorer

RansomEXX e LockBit 2.0

Regione Lazio: attacco con RansomEXX e LockBit 2.0

Le informazioni sull’attacco subito dalla Regione Lazio sono piuttosto confusionarie. L’unica certezza è che i sistemi informatici sono stati bloccati da un ransomware. In base alle

Scroll to Top