VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Telegram si aggiorna: novità anche per i pagamenti

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il nuovo aggiornamento di Telegram, annunciato e rilasciato in queste ore, porta con sé una lunga serie di novità. Quella che più interessa lato business riguarda la possibilità, offerta ai commercianti, di ricevere pagamenti all’interno di qualsiasi chat.

I Pagamenti 2.0 debuttano nelle chat di Telegram

Il team al lavoro sull’applicazione li chiama Pagamenti 2.0, per sottolineare i passi in avanti compiuti rispetto a quando il supporto alle transazioni è stato incluso nell’ormai lontano 2017. Quanto offerto oggi è reso possibile grazie alla partnership con otto fornitori che gestiscono altrettanti circuiti o piattaforme per la movimentazione del denaro: sono Stripe, Yandex.Money, Sberbank, Tranzzo, Paymem, CLICK, LiqPay ed ECOMMPAY. Con tutta probabilità l’elenco andrà a espandersi in futuro.

Gli utenti-acquirenti hanno modo, se lo desiderano, di aggiungere una mancia all’importo speso. Telegram sottolinea che non applica alcuna commissione e non conserva alcun dato sui pagamenti, in linea con la propria filosofia in tema di privacy. La funzionalità è accessibile sia dalle app mobile sia dalle versioni desktop.

Altre funzionalità inedite introdotte dall’aggiornamento riguardano le chat vocali programmate (sull’onda del successo di Clubhouse), i mini profili ad esse associati e nuove versioni desktop con supporto a sticker animati, modalità scura, cartelle chat e altro. Migliorano inoltre la riproduzione dei video, la visualizzazione delle immagini con il pinch-to-zoom e le animazioni.

L’update è già disponibile per gli utenti iOS con distribuzione automatica tramite App Store, mentre su Android ancora bisogna attendere il via libera da parte di Google per la pubblicazione su Play Store: ad ogni modo, chi lo desidera trova l’APK sulle pagine del sito ufficiale.

More to explorer

starlink

Starlink porterà la connettività sugli aerei

Elon Musk aveva confermato l’intenzione di offrire una connettività mobile mediante i satelliti Starlink (SpaceX aveva chiesto una specifica licenza a marzo). Il Vice Presidente Jonathan Hofeller ha

Scroll to Top