VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

WhatsApp: trasferimento chat da iPhone a Samsung Galaxy

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La funzionalità era stata annunciata durante l’evento Unpacked riservato ai nuovi smartphone pieghevoli di Samsung. Ora WhatsApp ha annunciato la sua disponibilità, indicando i requisiti minimi richiesti per effettuare il trasferimento delle chat da iOS ad Android. Come anticipato sarà inizialmente un’esclusiva per i Galaxy del produttore coreano.

Come trasferire le chat da iPhone a Samsung Galaxy

WhatsApp specifica che la procedura consente di trasferire sul nuovo smartphone le informazioni dell’account, l’immagine del profilo, le chat individuali, le chat di gruppo, la cronologia delle chat, i file multimediali e le impostazioni. Non è possibile invece trasferire la cronologia delle chiamate e il nome visualizzato.

Sul nuovo smartphone Galaxy (con almeno Android 10) devono essere installate le app Samsung Smart Switch (versione 3.7.22.1 o superiore) e ovviamente WhatsApp (versione 2.21.16.20 o superiore). Sul vecchio smartphone (iPhone) deve essere installata la versione 2.21.160.17 o superiore di WhatsApp. Occorre inoltre un cavo da USB Type-C a Lightning. La procedura funziona solo se il numero di telefono rimane lo stesso e lo smartphone Samsung è nuovo di fabbrica (altrimenti devono essere ripristinate le impostazioni di fabbrica).

smart switch

In pratica l’importazione della cronologia delle chat è il passo successo della procedura da seguire per trasferire i dati dal vecchio al nuovo dispositivo tramite l’app Smart Switch. I dati rimangono sul vecchio smartphone finché non vengono cancellati. L’operazione deve essere avviata prima dell’attivazione di WhatsApp sul nuovo smartphone. In caso contrario sarà necessario eliminare WhatsApp dal Galaxy, attivare il servizio su iPhone e ripetere il trasferimento.

More to explorer

RemotePotato0, ecco la nuova falla 0-Day su Windows

I ricercatori di sicurezza di SentinelOne hanno scoperto che tutte le versioni di Windows maggiormente diffuse e usate sono vulnerabili ad una falla 0-Day che è stata denominata RemotePotato0 e

Scroll to Top