VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Google resetta i permessi delle app android inutilizzate su miliardi di dispositivi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Importante novità dal fronte Google. Nel weekend, infatti, il colosso di Mountain View ha annunciato l’introduzione di una nuova funzionalità in Android 11 che resetta in automatico le autorizzazioni concesse alle applicazioni inutilizzate da mesi sui dispositivi basati su Android 6 e versioni successive.

Nella comunicazione, il motore di ricerca osserva che la novità sarà operativa entro la fine dell’anno ed abilitata sugli smartphone Android con i Google Play Services ed Android 6.0 o versioni successive. Questa modifica, secondo Big G, riguarderà potenzialmente “miliardi di dispositivi”, dal momento che Marshmallow è stato lanciato quasi sei anni fa.

Google osserva che l’opzione di ripristino automatico delle autorizzazioni porterà ad un incremento della privacy e sicurezza dei dati personali degli utenti, dal momento che viene impedito alle app di accedere a feature sensibili come l’archiviazione o la fotocamera.

Nel comunicato Google spiega che il reset automatico dei permessi sarà attivato di default sulle app compatibili con Android 11 e versioni successive, mentre gli utenti dovranno abilitarla a mano se le app sono state sviluppate per le versioni precedenti di Android (quindi dalla 6.0 alla 10). Il rollout completo, comunque, dovrebbe essere completato entro il primo trimestre del 2022.

Google negli ultimi tempi ha implementato una serie di funzioni legate proprio alla privacy: ad esempio sono state introdotte le etichette per la privacy sul Play Store di Android. Questa novità parte proprio dalla versioni in questione dell’OS in quanto Android 11 si è rivelato l’aggiornamento più diffuso di sempre.

More to explorer

Scroll to Top