«Nessuno chiama George Clooney ‘nepo baby’»

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Telegram


Il termine “nepo-baby” impervia ormai da anni nel mondo del cinema e delle serie tv, coniato per identificare tutti quegli attori e quelle attrici che hanno familiari nel mondo dello spettacolo. Emma Roberts non è di certo l’unica ma è proprio lei che, di recente, ha dichiarato in un’intervista il suo punto di vista indubbiamente interessante.

L’attrice star di American Horror Story ha infatti dichiarato, durante il podcast Table for Two, che i “figli di” o i “nipoti di” devono impegnarsi il doppio per dimostrare a critica e pubblico di essere degni dei ruoli che interpretano.

Come molti di voi già sapranno, infatti, Emma Roberts è figlia di Eric Roberts, grandissimo attore di decine e decine di film e serie tv, nonché regista di numerosi videoclip. Ma non solo, sua zia è l’indimenticabile Julia Roberts, alla quale non servono davvero presentazioni.

Emma Roberts ha dichiarato che secondo lei le polemiche sui «nepo baby» riguardano quasi esclusivamente le donne

«Perché nessuno accusa George Clooney di essere un “nepo baby”? Mi sembra che le ragazze ricevano critiche più dure sulla questione nepo-baby, anche se nessuno, uomo o donna che sia, deve essere colpevolizzato perché vuole inseguire i propri sogni».

In effetti anche il talentuosissimo Clooney dovrebbe essere classificato come un nepo-baby, stando a questo ragionamento, in quanto nipote di Rosemary Clooney, una delle icone mondiali del cinema e del canto negli anni 50.

L’attrice ha aggiunto:

«Il cognome famoso non offre alcuna garanzia di successo. Alla fine solo il talento determina il percorso di un artista […] il pubblico vede solo le tue vittorie. Vede solo quando sei sulla locandina di un film, non vede tutti i rifiuti lungo il percorso».

Della stessa opinione è anche Gwyneth Paltrow che in passato, sempre sulla questione nepo-baby dichiarò: «Non c’è niente di sbagliato nel fare o nel voler fare quello che fanno i tuoi genitori. Nessuno prende in giro un ragazzino che dice: “Voglio diventare medico come mio padre e mio nonno”. La verità è che se cresci in una casa con persone che fanno arte, cinema, musica, be’, è tutto quello che conosci».

Sono molti gli attori delle serie tv che forse non sapevate fossero parenti, a partire da Damon Wayans e Damon Wayans Jr., per capirci Michael Kyle in “Tutto in famiglia” e Coach in “New Girl”, rispettivamente padre e figlio. Che li si voglia chiamare nepo-baby o ‘raccomandati’, l’unica cosa che come pubblico dovrebbe interessarci è che svolgano un buon lavoro, e nel caso di Emma Roberts non abbiamo alcun dubbio.





Source link

Visited 1 times, 1 visit(s) today

Continua a leggere

assistente IA per lo shopping

Giusto in tempo per il Prime Day, Amazon ha annunciato la disponibilità generale di Rufus (solo negli Stati Uniti). L’assistente, annunciato nel

Scorri verso l'alto