House of the Dragon e altre pessime notizie sulle Serie Tv

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Telegram


Fabien Frankel è stato duramente attaccato per il suo ruolo in House of the Dragon, ma non è questa l’unica brutta notizia della settimana. Jared Padalecki è infuriato a causa della cancellazione di Walker, mentre  Kate Mulgrew ha ammesso che non era d’accordo col finale della sua Red in Orange is the New Black.

FABIEN FRANKEL È STATO ATTACCATO PER IL SUO RUOLO IN HOUSE OF THE DRAGON

Fabien Frankel – interprete di Criston Cole – ha recentemente raccontato che fin troppo spesso il suo ruolo in House of the Dragon gli ha messo contro una parte del fandom. Ecco, infatti, alcune frasi che purtroppo gli sono state rivolte:

“Come sei passato dall’essere il personaggio più amato a diventare il personaggio peggiore nella storia di GOT?”
“Dov’eri quando è stato assassinato l’erede al trono”
“Ti odio Criston”

Sappiamo bene, purtroppo, che il caso dell’attore di House of the Dragon non è di certo l’unico.

Fin troppo spesso, infatti, gli attori vengono “scambiati” per i personaggi che interpretano e i fan rivolgono loro parole poco carine o addirittura delle vere e proprie minacce.

È MORTO A 90 ANNI BILL COBBS

Purtroppo non soltanto House of the Dragon tra le brutte notizie della settimana. È morto all’età di 90 anni il famosissimo Bill Cobbs, attore statunitense ricordato per molti ruoli sia al cinema che a teatro. Da Una notte al museo – dove interpretava uno dei vecchi guardiani – fino ad arrivare al più recente Il grande e potente Oz, Bill Cobbs si è fatto conoscere alla perfezione e la sua perdita non può non far male a tutti noi.

JARED PADALECKI INFURIATO DOPO LA CANCELLAZIONE DI WALKER

Jared Padalecki ha infatti affermato che la serie è stata vittima di un sistema di business che agevola i contenuti “economici”, di scarsa produzione, a discapito delle produzioni di livello. In una recente intervista ha poi affermato: “Sento che la The CW di cui ho fatto parte l’anno scorso non sia la stessa The CW di cui ho fatto parte sotto il controllo di Mark Pedowitz per circa 20 anni. Stanno cambiando il network in qualcosa di diverso da ciò che è stato finora, qualcosa tipo ‘Ecco a voi programmi divertenti di un’ora che non guarderete mai più, ma speriamo lo guarderai stavolta. Ed è economico’. E mi dispiace dirlo, però sono semplicemente onesto. Fanc*lo, non possono licenziarmi di nuovo. Sono brutalmente onesto, mi è sembrato che stessero cercando solo una strada comoda, contenuti economici con cui riempire un palinsesto”

ANTONY STARR NON SOPPORTA CHE LO SCAMBINO PER PATRIOTA

Come già accennato, Fabien Frankel non è l’unico ad aver avuto delle difficoltà per il ruolo interpretato in House of the Dragon. Antony Starr, interprete di Patriota in The Boys, ha infatti raccontato che persino le comparse tendono a stargli lontano quando indossa il costume di scena. Ha poi affermato: “Quando mi conoscono, le persone sono sorpreseMi dicono: “Santo cielo, non sei affatto come lui!”. Beh sì, è un narcisista psicopatico. Grazie tante!

Per quanto riguarda The Boys, comunque, vi ricordiamo che la quinta stagione della serie sarà anche l’ultima

LUCY LAWLESS SI È PENTITA DEL FINALE DI XENA

L’attrice recentemente ha ammesso di non aver apprezzato il finale che è toccato al suo personaggio in Xena. Ha affermato: “No, vorrei che non l’avessimo mai uccisa. Questo è il problema. Non pensavamo ai fan. Ci siamo chiesti: ‘Qual è una scelta davvero forte per la serie? Qual è la scelta drammaticamente più forte?’ Ma me ne pento. E me ne sono pentita subito dopo perché non capivamo cosa stavamo facendo ai fan, ma ora lo capisco. Ora, nel mio lavoro, o quando sono la regista di un progetto, ogni singola inquadratura è pensata per il pubblico. In gioco non c’è solo il loro benessere emotivo, ma anche la capacità di riuscire a mantenerli eccitati e con il fiato sospeso. Mi dispiace solo di averlo fatto.”

IL SEQUEL DI GAME OF THRONES CON JOW SNOW NON SI FARÀ

Lo sceneggiatore di House of the DragonRyan Condal, ha affermato che secondo lui bisognerebbe aspettare un po’ di tempo prima di riportare sullo schermo i personaggi di Game of Thrones. Ecco le sue parole: “Penso che la storia di Jon Snow potrebbe essere più interessante se raccontata tra vent’anni. Bisogna far passare un po’ di tempo. Solo così si potrà tornare nel mondo di Game of Thrones dopo la morte di Daenerys con un sequel o qualcosa del genere. Penso che l’idea originale della serie fosse qualcosa del tipo: ‘Raccontiamo la storia di Jon qualche giorno dopo il finale di Game of Thrones. pochi giorni’. Beh, lo sanno tutti cosa succede dopo che la grande minaccia è sconfitta. Voglio dire, potresti raccontare una grande storia originale di cosa farà Jon Snow lassù nel NordMa penso che tra venti o venticinque anni ci sarà una storia molto più interessante da raccontare.”

KATE MULGREW NON ERA D’ACCORDO COL FINALE DI RED

Non soltanto House of the Dragon e Game of Thrones tra le brutte notizie di oggi.

Kate Mulgrew, interprete di Red in Orange is the New Black, ha infatti raccontato: “Quindi, ho pensato che fosse stato un po’ affrettato… Se vuoi farmi uscire di scena in quel modo, allora lasciami avere un minuto con il pubblico per salutarlo, capisci cosa intendo? Mi sono sentita un po’ delusa? Sì suppongo di sì. Ma è giusto, va bene. Recitare è in gran parte solo lavorare. Non ottieni mai ciò che vuoi veramente perché non sei il capo, sai, non sei tipo George Clooney.





Source link

Visited 1 times, 1 visit(s) today

Continua a leggere

Scorri verso l'alto