VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Startup e PMI: investimenti per 102 milioni di euro

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha comunicato che gli investimenti destinati a startup e PMI innovative hanno superato la cifra di 102 milioni di euro nel mese di aprile. Si tratta di finanziamenti agevolati che prevedono un credito di imposta del 50% in favore delle persone fisiche che investono nel capitale di queste imprese, nei limiti delle soglie fissate dal regime de minimis.

Startup e PMI: ammesse oltre 7.500 domande

La misura è prevista dal Decreto Rilancio di maggio 2020, mentre le modalità di accesso al beneficio sono disciplinate dal Decreto interministeriale del 28 dicembre 2020. Ai fini della fruizione dell’incentivo e prima dell’effettuazione dell’investimento, il legale rappresentante della startup o della PMI innovativa è tenuto a presentare istanza sulla piattaforma informatica “Incentivi fiscali in regime de minimis per investimenti in start-up e PMI innovative”.

Il Ministero scrive che gli incentivi sono stati finora maggiormente richiesti da startup e PMI innovative che operano prevalentemente nei settori dell’ICT, del manifatturiero e dei servizi di consulenza e ricerca e sviluppo.

Al 30 aprile le operazioni di investimento complessivamente ammesse sono state 7.567, rispetto alle 1.688 di fine marzo, mentre le agevolazioni concesse, dai 13 milioni di fine marzo, hanno raggiunto la cifra di 46 milioni di euro. Le imprese che hanno presentato le richieste sono complessivamente 1.164 e sono prevalentemente presenti nelle regioni Lombardia, Piemonte e Lazio.

L’investimento deve essere mantenuto per almeno tre anni e può essere effettuato direttamente o tramite di organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) che investano prevalentemente in startup o PMI innovative. Per ogni periodo di imposta, l’investimento agevolabile in startup e PMI è fino ad un massimo di 100.000 e 300.000 euro, rispettivamente. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito dedicato.

More to explorer

Scroll to Top