i creator possono condividere contenuti a pagamento

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Telegram


Telegram ha recentemente lanciato una valuta digitale chiamata Stelle, inizialmente concepita per l’acquisto di beni digitali offerti da bot e app all’interno della piattaforma. Ora, l’azienda sta espandendo i casi d’uso delle Stelle, consentendo ai creatori di contenuti di pubblicare materiale che gli utenti possono sbloccare utilizzando questa nuova valuta.

L’app di chat permette ai canali di convertire le Stelle in Toncoin, la criptovaluta utilizzata da Telegram sulla blockchain The Open Network (TON). In alternativa, i proprietari dei canali possono utilizzare le Stelle per ottenere sconti sugli annunci attraverso i quali promuovere i propri canali.

Inoltre, i proprietari dei canali hanno la possibilità di ritirare le Stelle e convertirle in Toncoin utilizzando la piattaforma Fragment, che consente anche di commerciare criptovalute attraverso vari scambi e trasferire denaro sul proprio conto bancario.

Nuove funzionalità per migliorare l’esperienza utente

Con l’ultimo aggiornamento, Telegram ha introdotto diverse novità per migliorare l’esperienza utente. È stata aggiunta una barra delle mini app nella parte inferiore dell’interfaccia, consentendo agli utenti di accedere rapidamente alle mini app senza doverle ricaricare.

Inoltre, sono stati introdotti nuovi modi per scoprire le storie: gli utenti possono toccare un hashtag per visualizzare tutte le storie pubbliche con quell’hashtag nella didascalia, e possono aggiungere un tag di località alle loro storie per vedere tutte le storie pubbliche dello stesso luogo toccando il tag.

Telegram punta a raggiungere un miliardo di utenti attivi e a diventare redditizio

Nel tentativo di raggiungere un miliardo di utenti attivi e di diventare redditizio, Telegram ha aggiunto quest’anno molte funzionalità incentrate sulle aziende. Ad esempio, le piccole imprese possono ora aggiungere la posizione e gli orari di apertura, rendendo la piattaforma più appetibile rispetto ad alternative come WhatsApp. Inoltre, ad aprile, l’azienda ha introdotto funzioni come pagine iniziali personalizzate, messaggi di saluto e di arrivederci predefiniti e il supporto per i chatbot per le aziende.



Source link

Visited 2 times, 1 visit(s) today

Continua a leggere

Scorri verso l'alto