VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Clubhouse prepara l’arrivo su Android

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Clubhouse è una delle app più popolari degli ultimi tempi. Lanciata nel 2020, Clubhouse è un’applicazione esclusiva incentrata tutta sulla voce e sulla parola parlata. Nell’app puoi ospitare le tue conversazioni, ascoltare gli altri o in alcuni casi partecipare a conversazioni in corso nella comunità, e consente agli utenti di entrare e uscire da diverse chat room audio e ascoltare discussioni su un’ampia varietà di argomenti. Puoi entrare e uscire da una stanza a tuo piacimento, esplorando i vari discorsi in corso in un dato momento e creare una stanza per iniziare la tua discussione.

L’app, creata dagli sviluppatori di software Alpha Exploration Co., ha riscosso un enorme successo con il suo gruppo esclusivo di membri, catapultandosi a una valutazione di oltre 1 miliardo di dollari nel gennaio 2021, nemmeno un anno dopo il lancio, e passando in poche settimane da 2 a oltre 12 milioni di utenti complessivi, di cui più di 400 mila in Italia. Clubhouse è stata lanciata come esclusiva iOS lo scorso anno, e lo è tuttora. Ma a gennaio la società ha confermato che avrebbe sviluppato anche una versione Android dell’app.

Lo ha reso noto il cofondatore Paul Davison nel corso dell’evento settimanale Townhall, asserendo che stanno lavorando davvero duramente per realizzare al meglio la versione dell’app per il sistema operativo mobile più utilizzato al mondo. Sebbene questa non sia un’indicazione certa di quando verrà rilasciata su Android, suggerisce che lo sviluppo dell’app sta procedendo e potrebbe arrivare già nel secondo trimestre del 2021. «È importante per noi aprire a tutti gli utenti, così come lo è l’arrivo su Android», ha concluso Davison. Sul blog ufficiale si legge: “Fin dai primi giorni, abbiamo voluto costruire Clubhouse per tutti. Siamo entusiasti di iniziare presto a lavorare sulla nostra app Android e di aggiungere ulteriori funzionalità di accessibilità e localizzazione in modo che le persone di tutto il mondo possano provare Clubhouse”.

Durante l’evento settimanale Townhall, il co-fondatore ha spiegato quale sarà la prospettiva dell’azienda indirizzata verso il ridimensionamento verso un mercato più ampio, come quello in cui partecipano gli utenti Android. Per affrontare queste sfide, Clubhouse prevede di apportare diverse modifiche, comprese modifiche al feed delle attività dell’app, oppure l’inserimento di strumenti per offrire agli utenti un maggiore controllo sulle loro notifiche, e ulteriori funzionalità di personalizzazione come la visualizzazione di un elenco di stanze suggerite, che compaiono sullo schermo all’apertura dell’applicazione.

Clubhouse, creata dagli sviluppatori di software Alpha Exploration Co., è passata in poche settimane da 2 a oltre 12 milioni di utenti complessivi, di cui più di 400 mila in Italia

Davison ha anche parlato di abbandonare l’esclusività e la dinamica dell’invito su Clubhouse, desiderando che l’app si apra a tutti. Il co-fondatore Paul Davison ha promesso che Clubhouse riceverà anche una serie di miglioramenti per gestire la crescente base di utenti e garantire che l’esperienza dell’utente sia sempre migliore. Le modifiche includerebbero la localizzazione, una migliore personalizzazione, un migliore controllo dell’utente sulle notifiche push, modifiche al feed delle attività e maggiore attenzione all’accessibilità.

More to explorer

Scroll to Top