VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

A DAZN fanno male le vacanze: la ripresa della Serie A va a singhiozzo. Malumore a poche ore dal cambio tariffario

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Telegram

Oramai è un grande classico: le vacanze fanno male a DAZN. Alla ripresa del campionato dopo la lunghissima pausa per i Mondiali e il Natale, la payTV streaming stecca ancora, con disservizi segnalati già durante la giornata, anche su partite non di cartello, e culminati poi nel big match Inter-Napoli, che ha lasciato “a piedi”, soprattutto nei primi 10 minuti del match, un gran numero di utenti. Per lo meno a giudicare dalle tantissime segnalazioni che abbiamo ricevuto e dagli innumerevoli tweet che omettiamo in questa sede.

Da DAZN fanno sapere, invece, che i problemi sarebbero stati circoscritti e che si stanno facendo gli approfondimenti del caso: una versione già sentita in altre occasioni e che si riferiva però ad eventi tutt’altro che circoscritti e i cui approfondimenti non hanno fornito – almeno al pubblico – grandi chiarimenti sull’accaduto e su dove stia la responsabilità dei disservizi. Quindi – almeno per il momento – tenderemmo a non considerare queste prime comunicazioni informali di DAZN come qualcosa di più di un “prendere tempo”.

I disservizi a poche ore dall’inatteso adeguamento tariffario criticato dall’utenza

L’incidente è particolarmente critico perché gli inconvenienti odierni sono arrivati a non più di 48 ore dall’annuncio delle modifiche tariffarie che di fatto hanno penalizzato chi aveva disdetto temporaneamente l’abbonamento per la pausa per poi risottoscriverlo alla ripartenza. Modifiche tariffarie che hanno introdotto un aggravio economico non trascurabile per poter “disdire quando vuoi”, adagio che era un vecchio cavallo di battaglia della pubblicità di DAZN e che ora appare decisamente superato.

Continua a leggere

Scroll to Top