un motivo in più per sceglierli

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Telegram


Il mercato degli smartphone sta vivendo una fase molto particolare della sua esistenza. Anno dopo anno, i nuovi modelli migliorano ma senza discostarsi troppo dai loro predecessori, e i prezzi tendono a salire.

In più i progressi tecnologici hanno reso possibile a smartphone con ormai qualche anno sulle spalle di offrire prestazioni d’uso comparabili a quelle dei modelli più recenti (ad eccezione dei miglioramenti in ambito fotografico), creando uno scenario in cui è sempre più appetibile puntare sul classico usato garantito e fare fronte ad ingenti risparmi. Questo anche alla luce del fatto che sempre più produttori di smartphone stanno estendendo il supporto software ai propri modelli più vecchi, fatto che permette ad un dispositivo di 2-3 anni fa di avere davanti a sé ancora 2-4 anni di aggiornamenti.

A dare una grossa mano a questo trend è il crescente mercato degli smartphone rigenerati, il quale si pone esattamente a cavallo tra il nuovo e l’usato, inserendo un elemento di garanzia ulteriore che permette di scegliere un dispositivo di seconda mano senza troppi timori.



7 anni di aggiornamenti Pixel: stimolante per il mercato ma difficile per gli altri





Android
06 Ott




Galaxy S24 smartphone dei record: 7 anni di aggiornamenti software e di patch!





Android
18 Gen


Se infatti l’acquisto presso i privati è una pratica ancora diffusa, è anche vero che molti potenziali clienti vogliono semplicemente risparmiare sul proprio acquisto, senza però dover fare i conti con tutte le problematiche derivanti da una trattativa, come ad esempio sapere se lo smartphone è stato acquistato a rate (con tutti i fastidi che derivano dall’eventuale mancato pagamento delle stesse da parte dell’ex proprietario), gestire un’eventuale garanzia residua associata all’account del venditore e così via.

Le aziende che propongono smartphone rigenerati hanno sostanzialmente eliminato queste problematiche, in quanto il processo di rigenerazione consente di riportare il dispositivo in condizioni virtualmente identiche a quelle di un equivalente nuovo (tra pulizia, sostituzione della batteria, dello schermo e di altri elementi danneggiati), e soprattutto è il venditore a diventare il punto di riferimento sicuro in caso di un qualsiasi difetto riscontrato all’interno del periodo di garanzia, aspetto che rende il processo di acquisto molto più affidabile e sicuro.

UN MERCATO IN CONTINUA CRESCITA



La propensione all’acquisto di un modello non all’ultimo grido, unita dal grado di sicurezza offerto da quelle aziende che potremo definire come veri e propri intermediari tra il nuovo e l’usato, ha permesso al mercato dei ricondizionati di crescere fortemente negli ultimi anni.

Sono di poche settimane fa gli ultimi dati di BVA Doxa che fotografano nello specifico la situazione del mercato italiano, che ci mostra come il 74% degli italiani siano favorevoli all’acquisto di prodotti rigenerati e che il 46% dei dispositivi ricondizionati venduti siano smartphone. Il dato è ancora più marcato nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 30 anni, testimoniando come siano proprio le generazioni più giovani a prestare maggior attenzione al tema.

Tema che include al suo interno diversi aspetti di grande rilievo, che non riguardano solo il risparmio, ma anche la grande attenzione alla salvaguardia dell’ambiente. Il mercato dell’usato, in generale, è infatti uno dei punti cruciali che permettono di ridurre l’impatto ambientale di ogni singolo dispositivo, dal momento che il prolungamento del suo ciclo vitale permette di contenere gli sprechi di materie prime e di energia, rendendo sempre meno necessaria la produzione di unità nuove.

SMARTPHONE RIGENERATI: ACQUISTARLI È SEMPRE PIÙ SEMPLICE



Se quindi il mercato dei rigenerati è visto di buon occhio da gran parte della popolazione – in particolare quella più giovane -, un elemento fondamentale per la diffusione di questo trend consiste nel rendere il più accessibile possibile l’acquisto di smartphone rigenerati.

In questo vengono in aiuto gli operatori telefonici che sempre di più scelgono di espandere la propria offerta di smartphone proprio attraverso l’inserimento a listino di modelli rigenerati. Questo è il caso di Iliad, che solo poche settimane fa ha dato il via alla sezione Rigenerati sul sito web, partendo proprio da una selezione di iPhone abbastanza recenti.

Dei 6 modelli presenti a listino, ben 5 sono acquistabili al di sotto dei 500 euro, con il solo iPhone 13 Pro (qui la nostra recensione, qualora vogliate scoprirne tutti i segreti) 256 GB a toccare i 679 euro. Anche questo è un dettaglio fondamentale, in quanto il successo del mercato dei rigenerati è strettamente legato anche alla scelta di proporre prezzi accessibili; il cliente che sceglie di rinunciare all’esperienza di acquisto di un prodotto nuovo deve per forza essere ricompensato con un’offerta allettante, che gli permetta di portarsi a casa un ex top di gamma ad un prezzo vantaggioso.

IL CASO DELLA PROPOSTA DI ILIAD



Dando uno sguardo alla proposta di iliad notiamo alcuni dettagli che la rendono particolarmente interessante. Per prima cosa, l’operatore ha scelto di non proporre quasi mai le varianti base di tutti gli smartphone presenti a listino, optando per quelle che includono un quantitativo di memoria molto più a fuoco con le esigenze moderne.

Possiamo infatti notare che smartphone come iPhone SE 2020, iPhone 11 e iPhone 12 siano proposti tutti in versione 128 GB e non nella classica variante base da 64 GB, mentre iPhone 12 Pro e 13 Pro vengono offerti in versione 256 GB e non 128 GB. L’unico modello a listino a sfuggire a questa regola è iPhone 13 mini, che viene effettivamente proposto nella variante base da 128 GB, ma in questo caso non si tratta di un reale problema, in quanto questo taglio è perfettamente allineato con quello degli altri modelli pari fascia.

In aggiunta a ciò, iliad opta anche per una semplificazione importante della sua offerta di rigenerati, che le permette di proporre un prezzo univoco per ogni modello, senza fare distinzioni di grado e di colorazione: tutte le varianti di colore hanno lo stesso prezzo (la discriminante è la disponibilità) e non ci sono gradi A, B, C e così via che possano inflazionare il costo finale per l’utente.

Stando a quanto si apprende dal sito ufficiale, l’operatore garantisce prestazioni e qualità paragonabili a quelle di un dispositivo nuovo, confermando quindi che il lavoro svolto per rigenerare il dispositivo è stato svolto in modo da offrire uno smartphone il più simile possibile ad uno nuovo, quindi collocabile su un grado di valutazione molto alto.

Oltre a ciò, gli smartphone rigenerati hanno 12 mesi di garanzia che coprono malfunzionamenti e difetti di conformità, andando quindi ad offrire una copertura equiparabile a quella che si ha acquistando un prodotto nuovo. Vi lasciamo ai link diretti alle singole pagine prodotto di tutti gli iPhone rigenerati presenti nel listino Iliad:

Per conoscere tutte le offerte iliad vi rimandiamo al nostro articolo dedicato e ai link riportati a seguire.

  • FLASH 150: 150GB + 9GB utilizzabili in Europa, Minuti e SMS illimitati- LINK OFFERTA
  • FLASH 200: 200GB + 11GB utilizzabili in Europa, Minuti e SMS illimitati – LINK OFFERTA
  • FLASH 250: 250GB + 13GB utilizzabili in Europa., Minuti e SMS illimitati – LINK OFFERTA
  • VOCE: 40MB, Minuti e SMS illimitati – LINK OFFERTA
  • DATI 350: 350GB + 16GB in Europa – LINK OFFERTA
  • DOMOTICA: 200MB in Italia e in Europa, 50 minuti, 100 SMS – LINK OFFERTA
  • OFFERTA FIBRA 5 Gbit/s: internet fibra illimitato fino a 5 Gb/s complessivi – LINK OFFERTA

in collaborazione con Iliad



Source link

Visited 3 times, 1 visit(s) today

Continua a leggere

Scorri verso l'alto