VD

VD

Anni e anni di danni su computer e web

Con la rete Dov’è di Apple ora trovate davvero di tutto

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

La rete Dov’è di Apple si allarga. L’ultimo aggiornamento dell’omonima applicazione permette ora di trovare anche prodotti di terze parti, a partire da quelli di Belkin, Chipolo e VanMoof. Non avete mai sfruttato l’app? Cerchiamo di capire come funziona e perché questo update è davvero importante.

Ritrovare un iPhone con l’app Dov’è (ma non solo)

Se avete un dispositivo Apple vi basta una rapida ricerca nella vostra Home per trovare l’applicazione Dov’è. Il funzionamento è semplice: traccia i vostri device – ed eventualmente quelli della vostra famiglia – per potervi dire dove sono con esattezza.

Ma non è finita qui. L’applicazione infatti permette di far suonare il terminale perso, di bloccarlo immediatamente attivando la modalità Smarrito, di fare comparire un messaggio sul display con un numero di telefono o di cancellare tutti i dati a distanza qualora sospettaste un furto.

Cosa succede se l’iPhone o il dispositivo perso non è connesso alla rete? Sfrutta la rete di Dov’è, composta da centinaia di milioni di dispositivi Apple che usano il Bluetooth per trovare gli altri prodotti della Mela e segnalare la loro posizione ai legittimi proprietari.

Tranquilli: come sempre, la sicurezza è al primo posto. Questa tecnologia sfrutta la crittografia end-to-end e garantisce il massimo dell’anonimato. Solo voi quindi accedete ai dati e alla posizione dello smartphone, del tablet, dello smartwatch o del PC.

Il Find My Network Accessory Program

Da oggi l’app Dov’è di Apple sarà ancora più inclusiva. Cupertino ha lanciato il Find My Network Accessory Program, pensato per i produttori di accessori che vogliono utilizzare la medesima tecnologia.

Gli sviluppatori dovranno rispettare tutte le misure a tutela della privacy della Mela ma in compenso sfoggeranno la dicitura Works with Apple Find My e verranno aggiunti alla nuova tab Accessori dell’applicazione.

Nei prossimi mesi arriverà invece la bozza con le specifiche tecniche per i produttori di circuiti, che verranno divulgate nei prossimi mesi. Questo permetterà alle terze parti di sfruttare la tecnologia Ultra Wideband nei dispositivi Apple con chip U1, permettendo così un’esperienza più precisa e il rilevamento della direzione quando i device sono nei paraggi.

I primi prodotti compatibili con Dov’è di Apple

A beneficiare dell’aggiornamento sono al momento 3 aziende diverse. Abbiamo VanMoof con le e-bike S3 e X3, Belkin con le cuffie true wireless Soundform Freedom e Chipolo con il suo ONE Spot.

La famiglia però sembra destinata ad allargarsi quindi nei prossimi mesi il tab Accessori dell’app Dov’è di Apple potrebbe arricchirsi parecchio.

More to explorer

Scroll to Top